Simmetrie dell’Universo

Berra

Dalla scoperta dell’antimateria a LHC

Prima e dopo Higgs

Il libro è un “primer”, come direbbero gli Americani, sulla fisica di punta degli ultimi decenni, una vivace presentazione delle problematiche del bosone di Higgs, dell’asimmetria fra materia e antimateria, fino ai mini buchi neri, la supersimmetria e le dimensioni extra. L’autore è un ingegnere nucleare che “ha visto crescere il rivelatore ATLAS anno dopo anno durante la sua costruzione”. Il suo entusiasmo nasce da una esperienza diretta, vissuta intensamente fra le tonnellate di acciaio, l’elettronica sofisticata e i magneti raffinatissimi dei sotterranei del CERN. Abbondano i dati tecnici sulla grande realizzazione tecnologica di LHC. Molte di queste informazioni sono già diffuse a piene mani in svariati siti web, ma risultano qui come “unificate” dalle entusiastiche presentazioni dell’autore. Che peraltro ha frequentato anche i piani alti del CERN, e dalle conversazioni con Premi Nobel e super-calibri ha ricostruito anche il cammino delle idee, da Dirac a Feynman, fino a Peter Higgs e oltre. La sua storia della fisica riflette la vulgata diffusa nei laboratori, e non tiene minimamente conto dei corposi tomi degli storici sulla Big Science, che evidentemente faticano a entrare nel cosiddetto discorso mainstream.

Il tono generale è, come detto, entusiastico, al punto da ignorare completamente il dramma del grave incidente ai magneti superconduttori, e l’impresa che ha portato a ripararlo, con il team diretto da Lucio Rossi. La parte finale tratta estesamente le applicazioni mediche della fisica degli acceleratori. Un esperto in materia come l’autore, già pensa all’impiego degli antiprotoni nella cura dei tumori. Chiude con un invito ai “giovani di domani”, affinché siano meno affascinati dalla tecnologia diffusa, e più attratti dalle ricerche fondamentali.


L. Belloni
Università di Milano



P. Berra
Simmetrie dell’Universo
Dalla scoperta dell’antimateria a LHC
Edizioni Dedalo, 2013
pp. 248, € 16.00
ISBN 9788822002570