News

Scoperta la più antica otturazione dentaria?

News del 25/09/2012

La scoperta di quella che potrebbe essere la più antica otturazione dentaria della storia è stata annunciata durante il 98˚ della SIF svoltosi a Napoli dal 17 al 21 Settembre. Nella sua relazione generale della sezione “Fisica per i beni culturali”, dal titolo “X-ray microstructural analysis at SYRMEP: applications in cultural heritage, archeology and paleonthropology”, F. Zanini ha riferito su di un'analisi ai raggi X di una mandibola umana vecchia di 6500 anni. Una fessura presente in uno dei canini appare otturata con cera d'api. I risultati sono appena stati pubblicati da F. Bernardini, C. Tuniz e collaboratori sul giornale elettronico PLoS ONE (http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0044904). L’otturazione non era mai stata notata, anche se la mandibola, proveniente dalla Slovenia e conservata da 101 anni nel museo di Storia Naturale di Trieste. I ricercatori, dopo la scoperta casuale del deposito di cera, utilizzando un insieme di tecniche complementari che comprendono la spettrografia di massa con acceleratori, la micro-tomografia con luce di sincrotrone, la spettroscopia infrarossa e il microscopio elettronico a scansione hanno dimostrato che l'otturazione deve essere avvenuta subito prima o subito dopo la morte. Nella prima ipotesi, l'otturazione fu fatta, presumibilmente, per alleviare il dolore risultante da un'esposizione della dentina. In precedenza, l'esistenza di pratiche odontoiatriche antiche di 9000 anni era stata scoperta in un cimitero in Pakistan, ma questa è la prima evidenza di otturazione di denti.