Angela Bracco - Milano

A. Bracco

Curriculum Vitae

Angela Bracco, nata Lecco nel 1955 si è laureata presso l'Università degli Studi di Milano nel 1979. Ha successivamente conseguito il dottorato di ricerca in Fisica (laboratorio TRIUMF a Vancouver e University of Manitoba in Canada) nel 1984. A partire da quell'anno ha poi ricoperto incarichi accademici presso l'Università degli Studi di Milano dove dal 2002 è professore ordinario. La sua ricerca è nel campo della Fisica Nucleare sperimentale (in particolare sulla spettroscopia gamma per la struttura nucleare). Nell'ambito di questa ricerca ha trascorso molti periodi all’estero, tra cui numerosi all'Istituto Niels Bohr di Copenhagen e più recentemente un periodo al CERN. Attualmente è coinvolta in esperimenti sulla struttura dei nuclei lontano dalla stabilità in diversi laboratori in Europa, USA e Giappone.

Ha acquisito particolare esperienza nella gestione della ricerca. È stata infatti membro di numerosi comitati, panel e consigli scientifici che si occupano di attività di fisica delle particelle e nucleare, sviluppi tecnici e applicazioni. È stata membro di commissioni di valutazione in Europa, USA e Giappone. È stata presidente del Nuclear Physics Board dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e membro del direttivo INFN, nel comitato di gestione di progetti dell'UE e presidente per sei anni del comitato European Collaboration Committee for Nuclear Physics (NuPECC).

È stata membro dell'Executive Board della European Physical Society (EPS) e membro del comitato per gli affari internazionali dell'American Physical Society  (APS). È membro dell'Academia Europaea, dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna, e dell'Istituto Lombardo. È presidente della Società Italiana di Fisica dal 2020.

Risultati ottenuti e nuovi obiettivi

La Società Italiana di Fisica (SIF), che nel 2022 celebra il suo 125 compleanno, ha sempre conseguito con successo la sua missione di promuovere, favorire e tutelare lo studio e il progresso della Fisica ed è per questo che si trova ad avere un ruolo di riferimento nella comunità dei fisici. Dopo questo periodo particolarmente difficile dovuto alla pandemia COVID-19, ma in cui tuttavia non ci siamo fermati, siamo pronti ad affrontare il prossimo triennio con sempre maggiore coinvolgimento e dedizione.

Nell'ultimo triennio 2020-2022, la SIF ha realizzato molte cose riguardanti diversi fronti di cui riporto, per quelle piu’ salienti, un breve sunto.

La SIF e i giovani — La SIF ha continuato a collaborare fattivamente con l’associazione AISF (Associazione Italiana Studenti di Fisica) e in particolare nei Congressi annuali SIF ha dato loro spazio per organizzare la sezione giovani. Questa è una sezione particolare finalizzata a fornire agli studenti stimoli utili per i loro studi e la loro carriera. La nostra presenza a parecchi eventi e progetti che coinvolgono le scuole ci ha permesso inoltre di ampliare il bacino dei soci invitati. Avere una sempre maggiore attrattività sui giovani è un obiettivo da perseguire con crescente impegno nei prossimi anni. Il progetto congiunto SIF-SIOF (società Italiana Ottica e Fotonica) riguardante iniziative proposte da dottorandi e giovani ricercatori sul tema della luce, per celebrare la giornata internazionale della luce, ha avuto molto successo. E’ stato anche presentato anche in occasione del Festival della Luce a Como.

La voce della SIF — La SIF si esprime spesso con le sue analisi, dichiarazioni o mozioni su problematiche che riguardano prevalentemente la comunità dei fisici ma non solo. Le tematiche affrontate riguardano la ricerca, l’istruzione, l’università, la valutazione ed altro. Nell’ultimo triennio un tema centrale è stato quello di fornire sostegno alla ricerca, in particolare in collegamento con il PNRR che ci ha portato a cambiamenti e fondi aggiuntivi alla ricerca, e all’istruzione. Come società associata alla EPS abbiamo ben utilizzato il rapporto EPS “The Importance of Physics to the Economies of Europe” per aumentare la consapevolezza dell'importanza della scienza, e della fisica in particolare, nella società. La SIF si è anche espressa in merito alla Revisione delle Classi di Laurea per richiedere che tutti i settori scientifici disciplinari siano considerati tutti indistinguibili per le attività formative negli ambiti di base della Classe di Laurea.

Durante i lock down vissuti in questi anni abbiamo ravvivato i rapporti con le società di fisica europee affiliate all'EPS (come IOP, DPG, SFP) ed extra europee (come APS, AAPPS e altre). Abbiamo partecipato alla stesura di un documento per la Conference of the parties (COP26), in cui è stato evidenziato che le competenze nella comunità dei fisici sono necessarie per soddisfare le richieste della green economy.

È stato firmato inoltre un accordo di collaborazione con la Indian Physics Association e con la Japanise Physical Society e grazie al nostro accordo con IOP diamo alla possibilità ai nostri soci di accedere alla rivista Physics World

La SIF e l'EPS — La SIF, quale società associata alla European Physical Society (EPS) si impegna a partecipare attivamente a molti dei suoi progetti e attività. Negli ultimi anni siamo stati impegnati a contribuire alla stesura del volume «Grand Challenges Physics for Society in the Horizon 2050» che sarà pubblicato alla fine del 2022. L’obiettivo primario è quello di evidenziare come la fisica, con la sua ricerca finalizzata a comprendere la natura, generi sviluppi tecnologici e scientifici che permettono di affrontare problematiche della nostra vita e a migliorarne la qualità. Siamo anche stati convolti nell’EPS Forum del 2022 di cui una buona parte è rivolta all’industria.

La SIF e Varenna — Nel 2022, dopo due anni di sospensione, siamo ripartiti con i corsi alla Scuola Internazionale di Fisica Enrico Fermi della SIF, la "Scuola di Varenna". Questa scuola, conosciuta in tutto il mondo, costituisce forse l'attività di maggiore prestigio della SIF e quindi ripartire con ben 4 corsi è di particolare soddisfazione. Nel 2021 si è tenuta, ma per via telematica, la sesta edizione EPS-SIF International School on Energy, scuola che solitamente si tiene a Varenna. La partecipazione è stata molto attiva e il rendiconto del corso, pubblicato dalla SIF, rappresenterà, come nelle edizioni precedenti un pregiato testo di riferimento.

Per garantire un sempre maggiore successo ai corsi di Varenna ci si avvale, e avvarrà anche in futuro, della sinergia con enti, università, istituzioni e anche industrie, a livello locale, nazionale ed europeo che forniscono contributi mirati per queste scuole.

Sempre alla Villa Monastero di Varenna è stato organizzato nel 2022 un simposio internazionale dal titolo "Passion for Science – Facing Global Challenges", che si concentrerà sul ruolo della scienza fondamentale, la fisica in particolare, per lo sviluppo sostenibile. Questo evento rappresenta un contributo che la SIF intende dare per celebrare l'"Anno Internazionale delle Scienze di Base per lo Sviluppo Sostenibile" (IYBSSD) che è proprio il 2022.

La SIF e le società scientifiche — La collaborazione della SIF con le altre società scientifiche di astronomia, chimica o matematica (come SAIt, SCI, UMI ...) si sta intensificando e un nuovo accordo è stato fatto con la società SIOF (Società Italiana di Ottica e Fotonica). Su questo fronte è nostra intenzione impegnarsi maggiormente in futuro. Ci sono infatti tematiche di comune interesse come la didattica (PLS, TFA), l’inserimento dei giovani e la figura professionale scientifica, il ruolo delle donne su cui si possono condividere percorsi e decisioni al fine di facilitare il conseguimento di buoni risultati. Nell'ultimo triennio il ruolo della Commissione Didattica Permanente (CDP) della SIF, che raggruppa rappresentanti di AIF, SAIt, SCI, UMI, ConScienze, CUN, è stato molto incisivo nell’affrontare le problematiche della didattica e anche le difficoltà legate alla pandemia da virus Covid-19. In occasione del convegno "PIANO NAZIONALE LAUREE SCIENTIFICHE - FISICA" oltre che con il suo patrocinio la SIF ha contribuito con due supplementi speciali del “Giornale di Fisica” contenenti una selezione delle relazioni presentate al convegno.

Nel settembre 2021 la SIF e la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici hanno firmato un accordo di collaborazione con l’obbiettivo di sviluppare sinergie e cooperare per l’individuazione e lo svolgimento di iniziative per la promozione, la divulgazione e la formazione scientifica nel mondo della Fisica. Il contatto con questa federazione sarà intensificato anche in collegamento con la riforma in atto per la professione fisico.

I premi della SIF – La SIF è ben consapevole che i suoi premi, in particolare il Premio Occhialini (in collaborazione con l'IOP) e soprattutto il Premio Fermi, sono molto noti e ambiti ed è per questo che tutti i premi SIF sono stati assegnati anche nelle due edizioni on-line del nostro congresso. Nel 2021 su iniziativa del nostro Comitato Pari Opportunità è stato attivato un nuovo premio SIF al femminile all'insegna di Laura Bassi.

Il Congresso della SIF – Il Congresso annuale della SIF, con la sua solenne cerimonia di premiazione inaugurale, rappresenta e deve continuare a rappresentare per tutti i fisici italiani un punto d’incontro che offre l’opportunità per vivaci e attraenti dibattiti, di scambio d'idee e di informazioni tra i diversi settori della fisica. I congressi del 2020 e 2021, che si sono tenuti su una piattaforma digitale, progettata tenendo conto delle peculiarità del nostro congresso, hanno avuto molto successo. A questo proposito voglio ricordare le due tavole rotonde, una organizzata dal nostro CPO sulle opportunità delle donne in collegamento al PNRR e l’altra sul contributo della fisica alla transizione ecologica. Dal 2020 è stata introdotta la novità di selezionare circa il 30 % delle comunicazioni a cui dare l’opportunità di pubblicare un breve articolo su “Il Nuovo Cimento”. Questo continuerà anche nei prossimi anni anche perché è stata particolarmente apprezzata dai dottorandi dai giovani ricercatori.

La SIF e l'editoria — L’editoria è un pilastro fondamentale, e anche un punto di forza, della SIF ed è per questo che impegno e dedizione non sono solo rivolti alle sue riviste e a quelle in partenariato europeo ma anche all’edizione di volumi speciali. Come volumi speciali sono stati pubblicati due volumi con Springer, uno “Laura Bassi: the World’s First Woman Professor in Natural Philosophy” e l’altro “Scientific papers of Ettore Majorana, a new expanded edition” e uno solo SIF “Vite di Fisici tra Atomi e Particelle”. Sono in via di uscita anche i libri “The Milan Institute of Physics, 1924-1960” e “Orso Mario Corbino. Un manager della ricerca all’Istituto fisico di Roma”. Per il prossimo anno sono in programmazione quattro volumi, uno su Fermi, su Einstein in Italia, il secondo in collaborazione con la SISS (Società Italiana di Storia della Scienza) su Volterra e il terzo su Occhialini.

Il Nuovo Saggiatore, continua ad essere apprezzata rivista di diffusione e approfondimento della cultura scientifica che non solo è inviato ai soci in formato cartaceo ma disponibile online.

La Rivista del Nuovo Cimento rimane rara nel suo genere e gli articoli di rassegna che vi compaiono le forniscono un Impact Factor (IF) di tutto rispetto. Oltre alla nostra promozione, quella fatta La Springer, che l’ha inserita nei maggiori cataloghi di riviste scientifiche, è anche molto efficace. Ciascun articolo è disponibile gratuitamente per 30 giorni online e free to read sui social.

Il Nuovo Cimento C continua a pubblicare solo in modalità elettronica in Open Access atti di convegni internazionali, che hanno luogo prevalentemente in Italia.

Il Giornale di Fisica e i Quaderni di Storia della Fisica con i loro supplementi forniscono molti articoli di valore storico e didattico. Di particolare interesse sono i due volumi pubblicati sui viaggi di Fermi in Sud America e i volumi “I fisici Italiani”, alcuni dei quali tuttora in preparazione, che forniscono informazioni su coloro che hanno dato un contributo scientifico e/o educativo allo sviluppo delle scienze fisiche in Italia. E’ in via di definizione anche un volume dedicato alle scienziate.

Sempre relativamente alla storia è previsto per il prossimo anno un numero speciale gestito dalla SISFA (Società Italiana degli Storici della Fisica e della Astronomia) che riguarda “Il contributo italiano agli studi sul clima”.

Per quanto riguarda le pubblicazioni SIF a partenariato europeo, sia EPL (Euro Physics Letters) sia la serie di sezioni tematiche EPJ (The European Physical Journal) sono stabili o in fase crescente in termini di numeri di pagine prodotte e/o di IF. È importante segnalare che nell'ultimo triennio EPJ Plus, la rivista solo online derivata da Il Nuovo Cimento B e lanciata nel 2010, ha avuto un forte aumento del suo IF ma anche in numero di articoli. Per queste riviste la politica editoriale della SIF dipende da quella dei suoi partners europei con cui vengono condivise azioni e scelte, in particolare quelle relative all’Open Access.

È importante per la SIF non perdere di vista la qualità delle sue pubblicazioni, dalle riviste, ai proceedings, ai volumi e puntare sempre su questo principio anche in futuro.

La SIF e la comunicazione — Un crescente impegno è rivolto ai mezzi di comunicazione con l’obiettivo di accrescere la visibilità, e quindi l'impatto della SIF, e di fornire costantemente aggiornamenti utili e ben mirati per la nostra comunità. Da circa più di un anno la nostra newsletter elettronica SIF Prima Pagina, viene inviata mese a circa 15000 lettori più frequentemente, non solo una volta la mese ma 2 volte al mese con molti articoli scritti anche in lingua inglese.

Per quanto riguarda la comunicazione siamo da tempo fortemente convinti che per un ente come la Società Italiana di Fisica è necessario non solo servirsi dei canali tradizionali di comunicazione ma è sempre piu’ importante essere presenti sui social. La Società Italiana di Fisica è presente sui social Facebook, Twitter, LinkedIn e Instagram. La SIF continuerà a rafforzare sempre di più la comunicazione digitale e a rendere sempre più attrattivo il suo sito web accrescendo le sue funzioni e potenzialità.

La SIF e altro — Ci sono altre attività che la SIF ha organizzato con le Accademie. Con l’Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna sono stati fatti diversi cicli di seminari per il prossimo dicembre è previsto un evento speciale per l’Anno Internazionale del Vetro. Presso Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere a Milano sarà invece organizzata una giornata con ospiti internazionali dal titolo “Passion for Earth” per presentare seminari sulla fisica dei neutrini.

Vorrei infine ricordare il contributo della SIF al Docufilm di Rai 3 su Laura Bassi. Per questo documentario, con un formato molto accattivante, la SIF ha contribuito anche alla versione con sottotitoli in inglese. La Sif è stata inoltre coinvolta sul progetto del documentario trasmesso su Rai Storia "Einstein parla italiano". Segnalo anche che in occasione del congresso del 2021 la SIF ha fatto realizzare la registrazione per YouTube dell’opera teatrale E=mc2, opera che ha avuto numerosi riconoscimenti e il cui video ha avuto molte visualizzazioni.

Con le attività promosse in questi anni la SIF ha dimostrato quanto sia versatile e sia in grado di adattarsi a progetti più svariati e innovativi. La SIF, grazie alla sua agilità strutturale e all'efficienza del suo personale, potrà certamente realizzare anche in futuro nuove e interessanti iniziative.

Conclusione — E' con questa rassegna di risultati ottenuti in questo mio primo triennio di presidenza e con i nuovi obiettivi da raggiungere che mi ricandido alla presidenza della SIF per un secondo mandato nel prossimo triennio 2023-2025. A questo proposito esprimo la mia volontà a impegnarmi a dare un utile contributo al successo e alla crescita della società. In sintesi, il mio impegno sarà anche nel prossimo triennio rivolto a: i) contribuire ad azioni per la promozione della fisica e per la valorizzazione dei fisici, anche per migliorare la percezione nel pubblico; ii) mantenere e possibilmente far crescere ulteriormente il livello scientifico delle riviste della SIF; iii) fare aumentare ulteriormente il livello scientifico del Congresso Nazionale e cercare di stimolare maggiormente l'interesse dei colleghi; iv) assicurare l'eccellenza nell'attribuzione dei premi della Società; v) promuove azioni per migliorare la didattica nelle scuole e università; vi) promuovere la parità di opportunità, senza discriminazioni, nell'accesso allo studio e al lavoro.